Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Suspiria per Dakota

Era il 1999 quando, all’età di dieci anni, Dakota Johnson debuttò come attrice nel film Pazzi in Alabama, dove lei e la sorellastra Stella Banderas interpretavano le figlie di un personaggio interpretato a sua volta dalla loro vera madre Melanie Griffith. Di anni ne sono passati e anche di acqua sotto i ponti.

Ma nonostante la lunga carriera la Johnson ha raggiunto la fama internazionale solo nel 2015 dopo aver vestito i panni di Anastasia Steele nel film Cinquanta sfumature di grigio, primo capitolo della trilogia cult dei romanzi della scrittrice inglese E. L. James, accanto a Jamie Dornan che le ha fatto ottenere nel 2016 un People’s Choice Award. Ma se le sfumature di grigio e poi quelle dei sequel di nero e rosso l’hanno costretta ad abbattere certi tabù, sul set del regista Compagnino per il remake di Suspiria è andata letteralmente in tilt. In una recente intervista alla rivista Elle ha confessato: «Recitare in questo film mi ha sconvolta così tanto che sono dovuta andare in terapia, non sto scherzando. Eravamo in un albergo abbandonato, in cima ad una montagna. Sul tetto vi erano trenta ripetitori per telefono, quindi l’edifico era pervaso dall’elettricità: ci si dava la scossa sempre, ogni volta che ci si sfiorava. C’era un freddo cane, il clima era così secco». Ma nonostante i “danni collaterali” l’intraprendente Dakota è soddisfatta della sua scelta di partecipare a questo film. «Mi è piaciuto tanto recitare con Tilda Swinton, Chloe Grace Moretz. Mi aspetto molto da questo film e i costumi di tutti noi attori sono davvero super. Ho dovuto riprendere corsi di danza per Suspiria e la disciplina che la danza richiede mi ha fatto benissimo. Se non avessi fatto l’attrice volevo fare la ballerina.» Archiviate le scene hard con le varie sfumature dove l’unico reale imbarazzo era che i suoi genitori (Dan Johnson e Melanie Griffith) vedessero i film «… perché non è semplice sapere che i tuoi, anche se sono attori, ti vedranno mimare scene di passione e desiderio erotico» resta un sogno nel cassetto per l’ eclettica Dakota: «Vorrei recitare di nuovo con David Fincher. Gli devo una sequenza con Justin Timberlake in The Social Network, vorrei un giorno che mi scritturasse per un intero film». In bocca al lupo

Uscirà il 2 novembre negli Stati Uniti Suspiria, il remake firmato Luca Guadagnino della pellicola originale di Dario Argento del 1977. Mentre c’è chi è curioso e chi trema (non di paura), affiorano online le prime immagini di Dakota Johnson nei panni della protagonista Susie Bannion, la ballerina che si troverà nella ben strana atmosfera di un’accademia di danza. Reduce dalla trilogia delle Cinquanta sfumature, Dakota Johnson si mostra qui per la prima volta coi capelli rossi, risultando quasi irriconoscibile, almeno al primo impatto.

Il resto del cast del nuovo Suspiria, prodotto dagli Amazon Studios, comprende tra le altre Chloë Grace Moretz e Tilda Swinton, la Madame Blanc direttrice artistica dell’accademia. Stando a chi ha potuto visionare una sequenza al CinemaCon, l’approccio di Guadagnino non ha avrebbe assolutamente accantonato il gore, come queste immagini potrebbero far frettolosamente supporre.

A presto!
signature

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: