Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Trucchi da viaggio in… Thailandia

Sono un po’ controtendenza, tanto per cambiare, ma se volete visitare l’Indocina il paese meno interessante è proprio la Thailandia, tanto acclamata, sognata, agognata. Bella, per carità, ma ormai assolutamente invasa dai turisti che stanno deturpando quei paesaggi mozzafiato. Voglio dire: uno decide di partire. Facciamo le cose all’antica (come piacciono a me) e facciamo che ci si reca in un’agenzia di viaggio – invece che usare internet – per avere informazioni, dettagli, pareri. La mia idea poi è che uno dovrebbe affidarsi sempre alla stessa. Un po’ come andare dal parrucchiere che alla fine ti conosce e sa che cosa può andare bene per te, quali prodotti si adattano al tuo tipo di capelli… è così non corri il rischio di entrare con i capelli lunghi, biondi e ricci e uscire con un carré scuro. L’agente di viaggi ha la stessa importanza… un colore sbagliato può davvero rovinarti la giornata, ma un viaggio non adatto ai propri bisogni è quasi un delitto. E poi discutere con una persona competente della meta, chiacchierare sulle usanze del paese scelto, scoprire notizie curiose è già in sé parte integrante del viaggio. Tornando a bomba al discorso di prima… dicevamo… dall’agenzia in genere si esce carichi di depliant informativi, ma come sempre il desiderio nasce da ciò che vediamo e la prima emozione la danno le foto… poi dopo – eventualmente – si legge! È così a proposito della Thailandia vedi queste foto con le spiagge bianchissime, il mare trasparente e in genere un peschereccio a riva che fa sempre molto figo. Bene se volete ciò provate con la Malesia, con alcune spiagge del Vietnam perché se andate alle ambitissime Phi Phi Island o nella spiaggia “di James Bond” faticherete a farvi largo tra i mille turisti, la sporcizia, i mille motoscafi che non fanno per nulla figo e che vanno quasi sino a riva spezzando i coralli del fondale del mare e inquinando tutto. Poi per carità Bangkok è una città meravigliosa, con il suo Buddha disteso e quello di smeraldo (che è stato rubato ai laotiani che da anni cercano di riaverlo) e il mercato galleggiante e la città vecchia con tutti i locali straripanti di tatuatori e centri per il massaggio. E poi sfatiamo il mito che i thailandesi siano così cordiali e sorridenti! Sorridono perché non capiscono una parola di inglese e quindi si rifugiano dietro larghi sorrisi altro che gentilezza…

A presto!
signature

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: