Sign up with your email address to be the first to know about new products, VIP offers, blog features & more.

Fidarsi è bene, non fidarsi…

Che meraviglia vedere la Bertè sul palco dell’Ariston. La incontrai nel 2009 quando lavoravo a Buona Domenica e lei venne come ospite. Io la adoravo già da prima, ma quando una si imbatte nel cosmo evanescente della Lory, ha due strade da percorrere: quella della totale ammirazione o quella del più radicale scetticismo. Loredana è così! Fuori dagli schemi, imprevedibile, bambina capricciosa, ma anche donna concreta e professionista lucidissima quando va in scena. Ecco appunto, quando va in scena. Ma durante le prove? Ne vogliamo parlare?!? Dopo il sound check turbolento, del sabato pomeriggio, in cui si lamentava dei volumi e dove ha chiesto al fonico quanti anno avesse e alla risposta cinquanta ribatté: “Quindi ci vuoi arrivare a cinquantuno?!? E allora la musica deve arrivare lì (in platea) no quiiiiiii (sul palco)”, la Bertè decise di portarsi via le basi, per sicurezza. Fin qui tutto bene. Il problema era che noi avremmo dovuto masterizzarne una copia… sempre per sicurezza. L’indomani, con grande stupore di tutti, Loredana si presentò agli Studi in perfetto orario, ovviamente scordandosi le basi in albergo. Il Maestro Mazza e l’orchestra si ritrovarono a dover suonare i suoi grandi successi senza gli spartiti, a braccio come si suol dire. Lei riempiva la scena con la sua grinta; aveva una gonna corta davanti e lunga dietro che la Perego aveva utilizzato in una delle puntate precedenti. Quella gonna era la conditio sine qua non per la sua partecipazione alla trasmissione. Ora considerando che la Perego è quasi un metro e ottanta e la Bertè poco più di un metro e sessanta… capirete come lo stesso capo non dovrebbe calzare a pennello su due tipi fisici così differenti… Eppure le stava benissimo (ovviamente l’avevano un po’ accomodata). Il dramma c’è stato a fine puntata quando la Lory ha cominciato a  innervosirsi perché non trovava più la sua spazzola! Qualcuno l’aveva nascosta? O rubata? La ricerca si è protratta fino a sera, tra crisi di pianto varie (e adesso non alludo alla Bertè) e altrettante risate isteriche, quando il capo della security è entrato in camerino ed è riuscito miracolosamente a rassicurarla e calmarla. È per questo che quando ho visto Loredana salire sul palco dell’Ariston con una gonna corta davanti e più lunga dietro e con una borsetta a tracolla ho riso, riso come una matta! Poi è stato svelato il mistero: nella borsetta c’era la scatola degli auricolari per gestire l’audio. Ma lasciatemi sognare… A me piace pensare che dentro ci fosse la sua spazzola per pettinare i suoi lunghi capelli!! Dando per scontato che non sia rimasta nei camerini degli studi Elios e che l’abbia ritrovata.

A presto!
signature

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: